PROF. ALVISE RACCANELLI

Cattedra di Chimica applicata facolta' di Ingegneria Università di Padova

RELAZIONE SULLE ALTERAZIONI CHIMICHE DI UN'ACQUA POTABILE IN CONTATTO CON UN RIVESTIMENTO IMPERMEABILIZZANTE PER CALCESTRUZZO.

Per incarico della I.V.M. IMPERMEABILIZZANTI VERBANO ho condotto alcune prove atte a determinare eventuali alterazioni di un'acqua potabile in contatto con un rivestimento impermeabilizzante per calcestruzzi, prodotto dalla stessa Società committente .

Si è proceduto, su mio consiglio, all'impermeabilizzazione di una vasca di cemento, della capienza di circa 30 litri; dopo stagionatura dell'impermeabilizzazione per 10 giorni, la vasca è stata mantenuta piena d'acqua per 7 giorni; dopo una ulteriore stagionatura a secco per 60 giorni si è effettuata la prova. Questa è stata fatta immettendo nella vasca 20 litri di acqua potabile e rilevando le alterazioni rispetto alla composizione originaria .I campioni dell'acqua potabile originaria e dell'acqua tenuta in contatto (20 litri con 45 dm quadrati) con l'impermeabilizzante per 7 giorni a 20°C sono stati analizzati dal laboratorio analisi dell'Istituto di Chimica Industriale dell'Università di Padova .I risultati di analisi , riportati nel certificato dell'istituto sono trascritti qui di seguito per comodità di consultazione:

 

 

 

  ACQUA ORIGINARIA ACQUA DOPO ILCONTATTO CON L'IMPERMEABILIZZANTE.

PH

7,8 7,4

CROMO ESAVALENTE

assente assente

DUREZZA TOTALE °F

24,3 23,3

DUREZZA PERMANENTE °F

8,1 8,6

DUREZZA TEMPORANEA °F

16,2 14,7

RESIDUO A 150°C mg/l

287,0 270,0

SOLFATI SO4 mg/l

16,6 15,4

CLORURI CL mg/l

7,0 7,0

FERRO TOTALE ppm

0,1 0,1

bisogna notare che con le modalitàoperative adottate, il rapporto tra superficie e volume è venuto ad essere molto alto.

Ciò è stato fatto intenzionalmente, allo scopo di esaltare gli eventuali effetti dovuti ad una contaminazione superficiale, rispetto a quanto può avvenire in pratica .

Fatte queste premesse, le analisi indicano che il contatto dell'acqua con l'impermeabilizzazione ha provocato le seguenti variazioni:

  1. Una trascurabile variazione del PH: l'alcalinità dell'acqua resta praticamente invariata
  2. Una piccolissima variazione nei dati di durezza, nel senso di una diminuzione per la durezza totale e temporanea e di un aumento di quella permanente
  3. Variazioni trascurabili o nulle nella concentrazione degli altri costituenti.

 

Si deve concludere in base ai risultati analitici,che il contatto con l'impermeabilizzante della I.V.M. non porta ad alterazioni della potabilità chimica dell'acqua. E' probabile che queste variazioni, già appunto di per sè insignificanti,si attenuino ancora con il passare del tempo per una maggiore stagionatura dell'impermeabilizzante.